RESTAURO OVALI CINQUECENTESCHI DELL' ANNUNCIAZIONE DEL GAGINI NELLA CHIESA DEL SENATO PALERMITANO.

Per volere del parroco della chiesa senatoriale di Sant’Antonio Abate, Mons. Gaetano Tulipano, ed in collaborazione con Associazione culturale e di volontariato "Guardie del Tempio" è stata ultimata la pulitura dei due tondi del Gagini rappresentanti l’”Annunciazione”,che vedono da un lato l’arcangelo Gabriele il quale, salutando la Vergine le annuncia che presto darà alla luce il Messia e dall’altro lato Maria, la quale colta in preghiera rimane stupita dalle parole che le rivolge l’angelo. L'operazione è stata effettuata dallo Studio Kéramos Arte e Restauro

L'Icona dell'Annunciazione, per il suo significato teologico, liturgico e pastorale, nelle chiese orientali è stata sempre inserita nell'arcata d'ingresso del Presbiterio, poiché teologicamente richiama il mistero della divina incarnazione del Figlio di Dio che si fa uomo affinché gli uomini siano partecipi della vita divina; a livello liturgico perché, là dove si celebra l'Eucaristia, il Verbo di Dio per opera dello Spirito Santo si fa carne; a livello pastorale perché i fedeli, contemplando l'icona dell'Annunciazione, apprendano il grande mistero della fede del Verbo che continua a farsi carne per la nostra salvezza. Quindi l'icona dell'Annunciazione, posta in quel luogo, ci lega alla comune Tradizione spirituale della Chiesa Orientale che qui ha lasciato il suo sigillo.

I due ovali fanno parte dell’icona marmorea rappresentante l’esaltazione dell’Eucaristia, realizzata nel 1551 da Antonino Gagini (figlio dell’illustre maestro Antonello) in origine collocata nell’abside centrale, si trova oggi smembrata in più parti sia all’interno che all’esterno della chiesa, poiché venne smantellata quando si realizzò il coro ligneo nel XVIII secolo. La parte centrale del complesso vede al centro del baldacchino il calice con l’Eucaristia, centrale è il dogma proclamato durante il Concilio di Trento del 1551 che stabilì la presenza reale e transustanziale di Cristo. Ad ogni celebrazione eucaristica il pane e il vino diventano il corpo e il sangue di Cristo. Ad accompagnare la scena centrale sono le scene della Passione con una lettura che procede dal basso verso l’alto e da sinistra verso destra. In programma anche la pulitura delle statue che completavano il complesso di San Pietro e San Paolo, poste ai lati del portale d’ingresso e le due statue di Sant’Antonio Abate poste all’esterno della casa canonica.

Gli ovali dell'Annunciazione saranno inaugurati e benedetti dopo la Celebrazione della S.Messa nella Solennità dell'Assunzione della Beata Vergine Maria al cielo il 15 agosto alle ore 10,30.

tondo 1.jpg
tondo 2.jpg
tondo.jpg